Cogne, via libera al pignoramento della villetta Franzoni. Non aveva onorato le spese legali a Taormina

Di Paola Pieroni- Il tribunale di Aosta ha dato il via libera per il pignoramento della villetta di Cogne della Franzoni, dopo il mancato pagamento dovuto all’avvocato Carlo Taormina, che aveva difeso la signora accusata di omicidio colposo consumato proprio nella villetta di Montroz, frazione di Cogne.

LEGGI ANCHE: Avv Taormina: “Vedremo se il Tribunale dei Ministri avrà il coraggio di archiviare”

Il giudice Paolo De Paola ha infatti respinto le richieste di sospensione della procedura di pignoramento da parte dei legali a difesa della Franzoni. Anna Maria doveva al suo ex legale Taormina 275 mila euro, somma mai onorata, che sarebbe arrivata a ben 450 mila euro con l’atto di pignoramento. Ecco dunque il motivo dell’atto di pignoramento dell’unico bene rimasto alla signora. Sembrava che la Franzoni la stesse scampando anche questa volta, ma l’attestazione della sua salute mentale ha reso invalido l’atto di passaggio della casa, che era dei genitori, per cui valido l’atto di pignoramento. Carlo Taormina vince ancora. Ma cosa ci farà con quella villa?

 

Paola Pieroni

Segui le nostre notizie su Facebook e su Twitter