BRUNO GIUSTI, IL DOTTORE CAMPIONE DI SOLIDARIETA’ A “LA FENICE”

New entry al poliambulatorio della “La Fenice”, nelle sedi di Cittanova Marche e Porto Sant’Elpidio: si tratta del campione italiano di solidarietà, qual è il dottor Bruno Giusti da Macerata, nonché Cavaliere della Repubblica, impegnato a collezionare riconoscimenti pubblici. Uno degli ultimi è stato il Premio Adriatico 2020, assegnato proprio all’oncologo estetico di cui parlo, un volontario. Il Nostro fa tornare alla bellezza e spesso alla guarigione, le ammalate di tumore e scopriremo a breve il perché.

L’ho conosciuto qua, all’Elba, alla Padulella nel 2014, una spiaggia di Portoferraio la sua città di origine. Un isolano di qualità quindi della città fortificata da Cosimo dei Medici, dove regnò l’esiliato Napoleone e dove fu amatissimo il Pietro Gori avvocato dei poveri, nonché il Sandro Pertini antifascista, recluso nella Torre di Passannante nel 1933, ignaro del fatto che un giorno sarebbe diventato presidente della Repubblica. E’ un piacere parlare di Bruno e delle sue missioni di solidarietà che  crescono in modo esponenziale. “Da quando ho scoperto l’impegno verso chi soffre, – mi ha detto- ho vissuto la mia più grande esperienza umana. La gioia riempie il mio cuore nel vedere le mie pazienti rifiorire: è un regalo della vita”. Bruno è un personaggio unico  ed è sempre più richiesto in ogni parte d’Italia, in tutti gli ospedali ed anche all’estero. E c’è stata una svolta nella sua vita di pensionato che lo ha fatto diventare una sorta di “missionario laico”.

Dal salone da parrucchiere alle corsie di ospedale: la bellezza a colpi di spazzola

Chiusa la sua super boutique di parrucchiere-artista a Macerataha deciso che era tempo di studiare secondo il noto motto “Non è mai troppo tardi”. Intascato il diploma di Stato di ragioniere da anziano, si è presentato poi all’università mentre erano passati i suoi primi 65 anni. Presto è arrivata dalla Sapienza la sua laurea magistrale di dottore in Comunicazione scientifica biomedica, un’altra come Specialista d’Impresa e Marketing e infine in Scienze della Comunicazione ad indirizzo sociologico e psicologico. Incredibile ma vero. Quindi da raffinato parrucchiere, specializzatosi anche a Parigi, dopo che il padre Arnaldo, primo barbiere dell’Elba, lo aveva avviato alla carriera, ha deciso di mettere a frutto la sua arte con un servizio per chi è colpito da tumore e a causa della chemioterapia può perdere i capelli. Un fatto che accresce notevolmente lo sconforto. Ma il dottor Bruno riesce a far tornare la bellezza, in particolare alle signore, con parrucche che lui adatta in modo magistrale alla persona che tratta, tanto che nessuno capisce che quella donna sta vivendo un momento difficile. “Si affidano a me completamente,- ribadisce lo specialista – e anche degli uomini; studio a fondo ogni paziente e riesco a far ritrovare il miglior spirito perché impedisco la perdita dell’aspetto abituale”. Le sue parrucche, ovviamente, sono di elevata qualità e certificate della Cee ed è per questo che tanti ospedali marchigiani e d’Italia lo reclamano, affinché agisca per ridare importanti speranze.

 

“Il ritorno alla Bellezza”

Nel 2009 ha realizzato il libro che illustra ogni aspetto del servizio oncologico che lui offre, chiamato “Ritorno alla bellezza”, scaturito dall’impegno presso il reparto di Oncologia di Macerata, dove ha agito il travolgente Giusti che agisce ovunque con le stesse strategie. “ Adesso, – informa Bruno  con orgoglio- ho pure lo studio al reparto di Oncopatologia al Salesi di Ancona e sono anche nelle nuove strutture del poliambulatorio de “La Fenice” di Porto Sant’Elpidio e di Civitanova Marche. Mi accingo poi a preparare le valigie per andare pure allo Ieo, Istituto Europeo Oncologico di Veronesi a Milano;  ma anche nei reparti del Fatebenefratelli e il Sacco, sempre per l’oncologia estetica”. Un Bruno inarrestabile. Fare del bene non ha limiti.

a cura di Stefano Bramanti: giornalista della redazione del Tirreno dell’isola d’Elba, collaboratore volontario di altre testate come Elbareport, Costaovest. Già docente alla media Pascoli di Portoferraio, fondatore dell’associazione chiamata “Circolo culturale Sandro Pertini dell’Elba”.

Segui le nostre notizie su Facebook e su Twitter