BULDORINI (Lega): “IL PEGGIO DELLA POLITICA NELLE ACCUSE ALL’ASSESSORE LAVIANO SULLA VICENDA MERIDIANA-CANILE”

Spread the love

Macerata, 15 aprile 2022 – Arrivano le repliche del commissario provinciale della Lega Macerata, Luca Buldorini, alle accuse  di boicottaggio rivolte dalle consigliere di minoranza Monteverde e Contigiani contro la giunta comunale e, in particolare, contro l’assessore Laura Laviano.

Buldorini: “La finalità è il benessere degli animali, non di fare business con il canile”

“Strumentalizzazione, infondatezza, pretestuosità: c’è il peggio della politica di parte nelle critiche mosse all’assessore Laviano circa un presunto boicottaggio nei confronti della Cooperativa Sociale Meridiana in qualità di gestore del canile. Le consigliere Monteverde e Contigiani mettono in atto una strumentalizzazione che tocca il fondo della decenza per giustificare un castello di accuse che sono le loro stesse carte a far crollare. La “lezione” di questa vicenda è che l’amministrazione a trazione Lega antepone gli atti agli intenti e che la sua finalità è quella del benessere animale, non di fare business con il canile”.

BULDORINI (Lega): “IL PEGGIO DELLA POLITICA NELLE ACCUSE ALL’ASSESSORE LAVIANO SULLA VICENDA MERIDIANA-CANILE”

“L’infondatezza delle accuse a Giunta e Assessore è testimoniata dalla convenzione con Meridiana stilata e sottoscritta in tempi non sospetti visto che risale alle maggioranze di centrosinistra – spiega Buldorini – Rispetto delle regole e delle procedure sono inderogabili per la Lega e i suoi amministratori. Le priorità del canile maceratese sono quelle volte all’adozione: lo stabilisce la convenzione e in questa direzione l’amministrazione Parcaroli intende continuare a muoversi”.

Lo sportello comunale del benessere animali

Buldorini in proposito ricorda la recente istituzione di uno specifico sportello comunale per il benessere animale e che l’assessore Laviano è anche responsabile provinciale del Dipartimento di settore della Lega. “Verrebbe da dire che per Meridiana le regole sono un optional visto che ha partecipato al bando per accogliere al canile di Macerata 180 cani da Ascoli Piceno non solo sapendo di non essere autorizzata dagli impegni da lei stessa assunti, ma chiedendo una generica autorizzazione all’allora amministrazione Carancini solo dopo aver inoltrato la domanda – chiosa il commissario della Lega – Anche gli amministratori di allora avevano specificato la necessità di rifarsi alle priorità indicate nella convenzione che sono quelle dell’adozione e del benessere degli animali”.

Il polverone di Monteverde e Contigiani: perchè solo ora?

“Perché Monteverde e Contigiani, afferenti alla maggioranza di allora, sollevano solo adesso un polverone mediatico sulle stesse modalità di intervento da parte della giunta Parcaroli? Ci spieghino piuttosto perché la giunta di centrodestra viene accusata di boicottare la Meridiana dopo che la cooperativa stessa ha rifiutato il rinnovo della convenzione quando è stato chiaro che i cani “ascolani” non avrebbero alimentato alcun business nella struttura del canile comunale”. Ebbene sì, il peggio delle accuse in politica non ha mai fine.

Leggi anche: Macerata sul podio nazionale per l’ufficio Ambiente e Tutela Benessere Animali

Le News di Paola Pieroni