Nel giorno del “golpe” giallorosso censurano Casapound e FN. Boldrini esulta: “Archiviare la stagione dell’odio”


“Bene Facebook. Un altro passo verso l’archiviazione della stagione dell’odio organizzato sui social network”. Ovviamente esulta Laura Boldrini per la chiusura delle pagine Facebook di CasaPound.

Oggi sono state bloccate su Instagram e Facebook numerosi account del movimento di estrema destra Casapound. Dal primo pomeriggio i profili ufficiali non sono raggiungibili, così come quelli di numerosi responsabili nazionali, locali e provinciali, compresi quelli degli eletti in alcune città italiane. Restano, invece, consultabili i profili su Twitter.

“Le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono non trovano posto su Facebook e Instagram – afferma a un portavoce del social -. Candidati e partiti politici, così come tutti gli individui e le organizzazioni presenti su Facebook e Instagram, devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia. Gli account che abbiamo rimosso oggi violano questa policy e non potranno più essere presenti su Facebook o Instagram”. “Si tratta di un attacco senza precedenti. Siamo schifati”, il commento del presidente di Casapound Italia, Gianluca Iannone che annunci.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter