Napoli, poliziotti sprangati da un nigeriano: “Voi non siete un c…, vi ammazzo. Chiamate rinforzi? Ammazzo pure loro”


Da La Repubblica – Il questore di napoli Aessandro Giuliano “batta un colpo”. A chiederlo è l’Usip napoli (il sindacato di riferimento Uil confederale) dopo l’aggressione di cui sono stati vittime degli agenti aggrediti la scorsa notte in via Sant’Antonio a Posillipo da un cittadino extracomunitario armato di una spranga durante un controllo. Il nigeriano ha aggredito i poliziotti dopo aver gridato: “Voi due non siete un c…, io vi ammazzo a tutte e due, non ce la fate. Chiamate altri poliziotti e a tutti e 4 vi ammazzo!”.

“I poliziotti, finiti al pronto soccorso, hanno riportato lesioni guaribili in 10 e 6 giorni, ma nessuna testata giornalistica ha diramato la notizia per compressione dei diritti d’informazione, allora ci pensa il sindacato ad informare i cittadini dell’accaduto”. Queste le parole del segretario generale dell’Uisp Napoli Roberto Massimo che augura ai poliziotti una pronta guarigione.

“Noi – continua – tuteliamo i poliziotti e quindi la cittadinanza, il questore di Napoli Alessandro Giuliano tutela, giustamente, solo la polizia di Stato”. Ed al questore di Napoli Massimo lancia un appello: “Cambiare immediatamente direzione e contribuire al diritto d’informazione costituzionalmente garantito, informando i giornalisti di cosa accade agli angeli custodi della collettività”.

“Contestualmente – le parole del sindacalista – dovrebbe intervenire presso la procura della Repubblica e farsi sentire anche con i forti, non solo con i deboli. Poiché sembrerebbe che l’aggressore sia stato messo in libertà condannato a 6 mesi pena sospesa. Non ci sta bene – conclude il segretario generale dell’Usip di Napoli – anche questa è sicurezza sul lavoro, e pertanto proclamiamo lo stato di agitazione”.

Leggi la notizia su La Repubblica