Napoli, infermiere si vaccina con doppia dose di Pfizer: muore lo stesso di coronavirus, “caso sfortunato”


Da Today – Un infermiere dell’ospedale Cotugno di Napoli, vaccinato sei mesi fa con doppia dose Pfizer, è morto per Covid mentre si trovava in vacanza in Sardegna da metà luglio con tutta la famiglia. Il 63enne, in pensione da due mesi, era stato ricoverato a Sassari. Un caso sfortunato, uno dei pochissimi in cui lo scudo vaccinale viene bucato.

“Non è l’unico caso di paziente vaccinato che si contagia ma i decessi sono effettivamente rarissimi” avverte Giuseppe Fiorentino, primario di Pneumologia dell’ospedale Monaldi che spiega a Il Mattino: “Solitamente nei rari casi di infezione emergono sintomi che si fermano alle alte vie respiratorie. Gabriele Napolitano appartiene alla variabile statistica che ci dice che la protezione del vaccino, dalle infezioni severe e a volte letali, non è del 100 per cento ma del 97-98 per cento, con un calo progressivo della protezione dal sesto mese”.

Leggi la notizia su Today