Napoli, 5 poliziotti picchiati e 3 volanti distrutte da 100 nigeriani: sono già tutti liberi grazie ai giudici (Video)


Da Il Secolo D’Italia – Per i cinque agenti della Polizia locale di Napoli feriti e le tre vetture della Municipale distrutte sabato a Napoli non pagherà nessuno e nessuno è rimasto in galera. È il bilancio dell’impotenza della giustizia italiana dopo l’aggressione di 5 giorni fa, a pochi passi dalla stazione.

I video hanno documentato la resa dei vigili napoletani, accerchiati e aggrediti da alcune decine di migranti durante un controllo contro i mercatini abusivi nei pressi di piazza Garibaldi, zona stazione ferroviaria centrale. Gli agenti stavano eseguendo un sequestro nei confronti di una nigeriana che vendeva cibo da asporto senza autorizzazione: la donna ha dato in escandescenze ed è accorso un gran numero di migranti che ha circondato e malmenato i vigili.

Il bilancio della vicenda è avvilente. In questi giorni sulle chat dei vigili di Napoli i commenti sono di preoccupazione e scoramento. «Tutti contro di noi e nessuno in manette. Vale la pena ancora esporci in questa maniera?». La domanda è retorica, l’assenza di ogni garanzia è sconfortante. Si voltano e non trovano più lo Stato. Allora tirano le somme e scoprono che il totale è in rosso: «Tre auto inservibili, tre agenti della San Lorenzo e due di Avvocata sono andati a farsi refertare», come riporta Il Mattino in un articolo dettagliato.

Vigili aggrediti: il sindaco di Napoli si decide a dotarli di taser

Tutto ha avuto inizio sabato 25 giugno, a Napoli in via Bologna, intorno alle 20,45, con i controlli degli agenti dell’Unità operativa San Lorenzo per contrastare il fenomeno dei mercatini abusivi che si svolgono in tarda serata specie il sabato. I vigili stavano notificando il sequestro alla donna nigeriana che vendeva cibo etnico da asporto senza autorizzazione, quando quest’ultima ha iniziato a urlare, lanciando cucchiaiate di zuppa contro gli agenti e sulla loro auto di servizio.

Le grida della donna hanno subito richiamato l’attenzione dei moltissimi migranti presenti in zona, un centinaio, che hanno circondato gli agenti. È subito partita via radio la richiesta di rinforzi e sono giunte sul posto altre pattuglie, che hanno disperso la folla. La donna, di 30 anni di nazionalità nigeriana, durante l’aggressione ha tentato di dileguarsi nei vicoli.

È stata fermata dopo poco nella vicina via Venezia ed accompagnata negli uffici del comando della Polizia locale dove, su disposizione del magistrato di turno, è stata denunciata in stato di libertà e rilasciata. Non paga nessuno. Tutti impuniti. Per far fronte all’emergenza il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi ha annunciato che verranno dati in uso i taser agli agenti della Municipale. Un palliativo per far fronte a una vera emergenza criminale.

Leggi la notizia su Il Secolo D’Italia