Multe fino a un milioni di euro a chiinfrange il divieto di ingresso in acque italiane: così Salvini “affonda” le Ong




 – Detto fatto: oltre all’accordo con la Tunisia, Matteo Salvini prepara il suo piano contro le Ong e l’immigrazione clandestina. E lo fa anche in Parlamento, con un emendamento presentato dal leghista Igor Iezzi che alza sensibilmente le multe a chi infrange il divieto di ingresso nelle acque italiane.

Il provvedimento arriva con una proposta di modifica al decreto Sicurezza Bis che prevede sanzioni tra i 150mila euro e un milione di euro. Al momento lo stesso decreto prevede cifre che vanno da 10mila a 50mila euro. L’emendamento al dl è stato depositato oggi dal capogruppo del partito in commissione Affari costituzionali alla Camera.

Della questione si sta discutendo in una riunione di maggioranzain corso negli uffici della Camera. Prima delle Europee, i 5 Stelle avevano ottenuto che le multe fossero più basse rispetto a quanto chiesto da Salvini e che non venissero conteggiate in base al numero di migranti trasportati. Ieri i grillini avevano presentato un emendamento per anticipare la confisca delle navi alla prima violazione e non più in caso di reiterazione e per dare alle forze armate e di polizia i natanti confiscati.

Leggi la notizia su Il Giornale

   Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter