Montepaschi, Salvini avverte il ministro: “Niente favori alle banche private (del PD) con i soldi degli italiani”





Di Alberto Maggi – “A me e alla Lega interessa solo che, con i soldi pubblici, non si favoriscano ancora una volta banche private che non ne hanno bisogno, sacrificando migliaia di lavoratori e chiudendo centinaia di sportelli.

Il marchio MPS è ricco di storia e di valore, nonostante i disastri compiuti  sulla pelle di senesi e toscani negli anni dal PD, e non può essere svenduto perché “ce lo chiede l’Europa””. Lo afferma ad Affaritaliani.it il segretario della Lega Matteo Salvini sul caso Mps-UniCredit dopo le parole pronunciate durante l’audizione in Parlamento del ministro dell’Economia Daniele Franco, che ha aperto all’operazione Mps-UniCredit.


“P.S. In qualsiasi altro Paese il dottor Padoan, eletto parlamentare col Pd a Siena e poi dimessosi per diventare presidente di UniCredit che sta trattando per comprarsi MPS, si sarebbe già dimesso”, conclude il leader leghista.

Leggi la notizia su Affari Italiani