Milano, terrore alla fermata del bus: marocchino blocca e tenta di strangolare una donna per rapinarla


Di Greta Paolucci – Paura a Torino: alla fermata del bus, un immigrato marocchino rapina una donna. La immobilizza stringendole le mani al collo. Accanendosi su di lei con veemenza, in attimi di terrore gridato disperatamente. A una settimana dalla brutale aggressione di Milano, quando un rapinatore ha selvaggiamente pestato e derubato un’infermiera sul bus, alla periferia sud Torino si ripete lo stesso copione criminale. La vittima, ancora una volta è una donna.

Una signora cinquantenne che, come si dice spesso in questi casi, ha avuto solo la sfortuna di ritrovarsi nel posto sbagliato. Al momento sbagliato. Di entrare nel campo visivo dell’ennesimo malvivente in cerca di prede da aggredire e rapinare. Perché questo è accaduto alla malcapitata 50enne, intercettata da un immigrato marocchino 36enne che, adocchiatala, le si è subito avvicinato furtivamente. Poi, con aria minacciosa, l’ha immobilizzata stringendole le mani al collo. E tutto per rubarle la borsa...

Minuti drammatici

Tutto accade nel giro di pochi, concitati istanti. Minuti drammatici che alla vittima devono essere sembrati interminabili. L’uomo le si avvicina. La blocca nella morsa delle sue mani per impedirle di reagire. Di difendersi da quell’aggressione scattata mentre lei è su una panchina alla fermata del bus. Lo straniero vuole portarle via la tracolla contenente alcune lattine di birra. Cerca di strappargliela di dosso. Le incute paura. Lei non riesce a opporre resistenza, paralizzata probabilmente dal terrore. Sicuramente dalla stazza del suo aggressore. Le grida d’aiuto della signora si disperdono nell’aria e una passante, allertata, chiama la polizia. Quando gli agenti arrivano sul posto, secondo quando riferisce anche l’Adnkronos, sorprendono l’uomo che ancora stava tentando di portare via la borsa alla vittima, a quel punto riversa sulla panchina della fermata. Riportata la situazione alla normalità, la polizia ha bloccato e arrestato il 36enne marocchino con l’accusa di tentata rapina.

Continua a leggere su Il Secolo d’Italia


Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter