Milano, marocchino sale sul treno per la terza volta senza biglietto. E per la terza volta pesta controllore e carabinieri





Da Milano Today – Lo stesso copione, per la terza volta. Il controllo a bordo, gli insulti, le minacce, le botte e poi le manette. Un uomo di 32 anni, un cittadino marocchino, è stato arrestato martedì mattina a Sesto San Giovanni con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale dopo aver dato in escandescenze a bordo di un treno partito da Bergamo e diretto a Milano e costretto a restare fermo per oltre un’ora.

La miccia si è innescata verso le 12.30, poco prima che il convoglio arrivasse nella stazione di Sesto, quando il 32enne è stato avvicinato dal controllore che gli ha chiesto il titolo di viaggio. Sprovvisto del biglietto, il passeggero ha cominciato a insultare e minacciare il dipendente Trenord, che ha cercato di tranquillizzarlo.


Nello stesso vagone era presente un carabiniere in borghese e libero dal servizio, che è intervenuto per aiutare il capotreno e bloccare il 32enne. Per tutta risposta, però, l’aggressore si è scagliato anche contro il militare, che è stato colpito con un pugno in pieno volto tanto che è stato costretto al ricovero in pronto soccorso, da dove è stato poi dimesso con una prognosi di 12 giorni per una ferita lacero contusa al labbro.

Il passeggero è invece stato definitivamente immobilizzato dagli uomini del Radiomobile, che lo hanno dichiarato in arresto. E non è la prima volta che accade. Stando a quanto appreso, infatti, nel suo passato ci sono almeno due precedenti praticamente identici: in entrambe le occasioni era stato sorpreso in treno senza biglietto e aveva aggredito i militari.

Leggi la notizia su Milano Today