Migranti, il vescovo “affarista” amico di Casarini “bestemmia”: “Le missioni delle Ong sono un dono di Dio”







Di Davide Di Stefano – Mazara del Vallo, 10 ago – Al tempo della Chiesa anti-sovranista, globalista e immigrazionista di Papa Francesco alcune uscite politiche di vescovi e cardinali ormai non sorprendono più. E così se Bergoglio si lancia nell’invettiva che paragona i sovranisti a Hitler, perché il vescovo di Mazara del Vallo non potrebbe fraternizzare con Luca Casarini, capo missione dell’Ong Mediterranea e volto storico dei centri sociali e dei “movimenti” italiani? Monsignor Domenico Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo, è arrivato a definire un “dono di Dio” l’impegno delle Ong che “salvano i migranti”. 

Il vescovo critica il governo

Dichiarazioni rilasciate all’interno del palazzo vescovile di Mazara del Vallo, dove Mogavero ha accolto proprio Casarini. La nave “mare Jonio” di Mediterranea si trova attualmente nel porto di Licata, da dove ripartirà tra qualche giorno alla ricerca di “preziosi carichi di esseri umani” da salvare. “Grazie per quello che fate. Il vostro impegno nel salvare i migranti in difficoltà è un dono di Dio”, ha detto il vescovo, “perché è l’essere umano, di qualsiasi colore della pelle o di razza, che rimane al centro della vostra missione, seppur la politica si è mossa e si muove, purtroppo, in direzioni diverse”. Non poteva mancare ovviamente il riferimento, nemmeno troppo velato, alle politiche di Salvini e al decreto Sicurezza bis.

Casarini incontrerà altri vescovi

Casarini ha condiviso le parole del monsignore e l’intento di fare del Mediterraneo un “mare di pace”. Il capo missione di Mediterranea ha poi aggiunto: “Questo bacino non può considerarsi un muro invalicabile, ogni uomo che salviamo, tenendolo per mano e abbracciandolo, è una felicità immensa”. Casarini nei prossimi giorni avrà l’opportunità di incontrare anche i vescovi di Palermo e Acireale, monsignor Corrado Lorefice e monsignor Antonino Raspanti. A ribadire ancora una volta il feeling tra i centri sociali e gli alti prelati.

Di Davide Di Stefano

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale

 


Segui le nostre rassegne su TELEGRAM e su TWITTER