Mes, il governo si frantuma al Parlamento Ue: M5S volta con Lega e FdI contro l’attivazione. PD, Iv e FI a favore


Da Affari Italiani – Il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza un paragrafo della risoluzione sulla risposta Ue al Coronavirus in cui chiede di “attivare” il Mes per far fronte alla crisi economica. Le delegazioni della Lega, del Movimento 5 Stelle e di Fratelli d’Italia hanno votato contro, mentre quelle del Partito Democratico e di Italia Viva si sono espresse a favore. Il paragrafo relativo al Mes e’ stato approvato con 523 voti a favore, 145 contrari e 17 astenuti. I risultati del voto finale sulla risoluzione saranno conosciuti nel corso del pomeriggio.

Nel paragrafo relativo al Mes, il Parlamento europeo “invita gli Stati membri della zona euro ad attivare i 410 miliardi di euro del Meccanismo europeo di stabilita’ con una linea di credito specifica”, ricordando che questa crisi non e’ responsabilita’ di un determinato Stato membro e che l’obiettivo principale dovrebbe essere quello di combattere le conseguenze della pandemia”.

Inoltre, il Parlamento europeo sottolinea che “come misura a breve termine il Mes dovrebbe immediatamente estendere le linee di credito precauzionali ai paesi che chiedono di accedervi per far fronte alle esigenze di finanziamento a breve termine per affrontare le conseguenze immediate della Covid-19, con scadenze a lungo termine, tassi competitivi e condizioni di rimborso connesse alla ripresa delle economie degli Stati membri”.

“La risoluzione del Parlamento europeo per superare la crisi COVID-19 presenta tante luci ma anche troppe ombre. Ci saremmo aspettati un chiaro e forte riferimento ai Coronabond grazie ai quali l’Unione europea potrebbe finanziare la ripartenza economica una volta superata l’emergenza, ma purtroppo per colpa dell’irresponsabilità di Lega e Forza Italia l’emendamento che li inseriva nel testo è stato rigettato. Registriamo l’impegno a trovare strumenti nuovi per superare la crisi e una maggiore protezione delle PMI, passaggi positivi sul Green deal e sulla neutralità climatica, sulle politiche sociali e il sostegno alle persone in difficoltà, ma non possiamo sostenere la risoluzione che si voterà al Parlamento europeo e ci asterremo durante il voto finale“. Così in una nota la delegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo.

“Ribadiamo la nostra contrarietà al Mes con il voto negativo sul paragrafo che lo menziona. Purtroppo molti emendamenti migliorativi non sono stati approvati e di questo ci rammarichiamo: senza gli Eurobond si è rivelata una occasione mancata. Esprimiamo la nostra totale fiducia e il nostro sostegno a Giuseppe Conte nella difficile trattativa europea in occasione del prossimo Consiglio europeo”, conclude la nota.

Continua a leggere su Affari Italiani