Mentre PD e M5S si spatiscono il potere, 80enne vive da 3 mesi in una panchina. Vergogna a Reggio Emilia


Di Francesca Galafassi – REGGIO EMILIA – Dal 30 maggio la panchina su via Venturi, laterale di viale Magenta, è la sua casa e si trova a pochi passi dalla sua abitazione, quella vera, in cui ha vissuto per 30 anni. Ci torna la sera, intorno alle 20, dorme alla bene e meglio sotto le coperte che alcuni residenti della zona gli hanno portato e al mattino si sveglia e va al centro commerciale più vicino, dove ormai è conosciuto da tutti.

E’ la via che da più di 3 mesi porta avanti questo signore di 80 anni, nato a Marsala (Tp) ma da 40 anni a Reggio Emilia dov’è stato manovale e muratore. Vedovo, gli restano quattro figli che vivono a Brescia. Da anni Vincenzo non pagava l’affitto ed è stato sfrattato, ma per ragioni (ha fatto sapere il Comune) non inerenti alla morosità. L’uomo, da decenni, viene seguito dai servizi sociali: gli è stato offerto un posto in una residenza protetta, ma non vuole allontanarsi da questa zona dove ha vissuto per anni.

(Guarda il video)

L’80enne vive di una pensione da 450 euro al mese, con il cibo si arrangia al centro commerciale; ormai, la sua storia sta diventando sempre più nota: qualcuno dei residenti ha scattato qualche foto e l’ha postata sui social. Una donna, che vive nella casa di fronte, dice di sentirlo tossire tutta notte. Ora, anche con l’aiuto dei familiari, si sta lavorando non senza difficoltà a una mediazione con l’anziano per giungere a una soluzione positiva della vicenda.

Leggi la notizia su ReggioOnline

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter