Mentre l’Onlus MamaAfrica definiva razzisti gli italiani, il loro presidente violentava i bambini in Togo


Di Stefano Zangrillo – Quanti post infamanti abbiamo letto sulla pagina Mamafrica, quante bugie, quante persone credendo di leggere opere di carità di una Onlus pro immigrazione e antirazzista, hanno devoluto danari per la giusta causa quando in realtà quella pagina faceva più politica di un partito vero e proprio. La notizia di oggi è orribile, il presidente di questa Onlus italiano di 72 anni è stato arrestato perché avrebbe abusato ripetutamente di un bambino di soli 7 anni del Togo minacciandolo, se non si fosse concesso a lui, di togliere gli aiuti umanitari alla sua famiglia. Nonostante sulla vostra pagina Mamafrica (che oggi avete chiuso per vergogna o per viltà) della infamia avete fatto il vostro credo, per quanto mi riguarda spero che la Giustizia abbia preso un abbaglio perché se fosse vera la violenza sessuale fatta su quel povero bambino vi dovrebbero spedire tutti in Togo, lí certamente sapranno come fare giustizia e portatevi anche Oliviero Toscani. Tv, giornali e politici vi dicono che i razzisti sono i cittadini esasperati delle periferie italiane. Ve la racconteranno con tanta “passione” questa orribile vicenda? È razzista chi si serve del razzismo, quanta pena.

Quanti post infamanti abbiamo letto sulla pagina Mamafrica, quante bugie, quante persone credendo di leggere opere di…

Gepostet von Stefano Zangrillo am Montag, 8. April 2019

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale

 

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter