Mentre Bergoglio e Mattarella parlano di rifugiati, ghanese tenta di accoltellare i poliziotti: agente lo spara all’inguine


Di Cristina Gauri – Roma, 20 giu — Attimi di terrore a Roma dove un immigrato ghanese ha seminato il panico di fronte alla Stazione Termini brandendo un coltello e correndo in mezzo alla gente, finché la polizia non gli ha sparato per fermarlo.E’ quanto successo ieri pomeriggio in via Marsala, uno dei luoghi più problematici e degradati del centro della Capitale: tra spaccio, delinquenza, prostituzione ad altissimo tasso di immigrazione clandestina episodi come questo sono quasi all’ordine del giorno.  A fermare il ghanese sono stati gli agenti della PolFer: dopo averlo circondato e avendogli intimato svariate volte l’alt — rimanendo inascoltati — uno dei poliziotti ha esploso un colpo mirando all’inguine, avendo cura di non raggiungerlo in parti vitali.

Ghanese semina panico con un coltello, poliziotto gli spara

Il parapiglia è iniziato con la segnalazione da parte di un dipendente delle Ferrovie dello Stato ai militari dell’esercito e alla PolFer di presidio a Termini: un immigrato, che si è poi rivelato essere un ghanese di 44 anni irregolare sul territorio, stava girando tra la gente, tenendo in mano un coltello con atteggiamento minaccioso. Sono quindi scattati i controlli da parte delle forze dell’ordine, che in breve tempo riescono a individuare lo squilibrato. Lo straniero, rendendosi conto di essere inseguito dai poliziotti, butta per terra lo zaino che porta con sé, e sempre brandendo l’arma bianca si dà alla fuga. Dopo aver scavalcato dei motorini parcheggiati, il ghanese cerca di accoltellare uno degli agenti con un violentissimo fendente. A quel punto, per bloccarlo, un poliziotto spara un colpo di pistola mirando verso il basso, ferendo l’immigrato all’inguine.

Non è in pericolo di vita

Il 44enne ghanese è stato e trasportato in codice rosso al Policlinico Umberto I d Roma. A quanto si apprende, il proiettile avrebbe trapassato l’inguine dell’uomo fuoriuscendo dal gluteo. L’uomo, nonostante la ferita riportata, non è in pericolo di vita. Dagli accertamenti l’uomo è risultato essere un soggetto pluripregiudicato, già noto alle forze dell’ordine.

Cristina Gauri

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale