Mattia Santori umiliato e insultato in pubblico da un lavoratore: “Che vita di me***. Vi dovete vergognare” (Video)


“Che vita di m*** che fanno i politici”. Mattia Santori, contestato pubblicamente da un “disturbatore” a largo Chigi, si sfoga così: ormai è passato dall’altra parte della barricata e capisce cosa si prova. Ha appena incontrato il ministro per il Sud Peppe Provenzano del Pd, ha dettato l’agenda delle sardine al governo e non poteva aspettarsi il blitz di Roberto Berardi, ex lavoratore delle autostrade e militante di destra, che ha osato l’inosabile: prendere a male parole l’idolo dei salotti e della sinistra italiana. L’anti-Salvini per eccellenza, il cantore della bella politica contro i cattivoni sovranisti e populisti.

Il 31enne bolognese fondatore del Movimento stava parlando con i giornalisti quando Berardi è sbucato dal nulla per massacrarlo: “Vi dovete vergognare, gli appalti delle autostrade sono tutti truccati”, gli urla riferendosi alla foto con Luciano Benetton, il “padrone” di Autostrade per l’Italia. “A belli capelli!“, è lo slogan ripetuto più volte dal contestatore. Per una volta, Santori non sa proprio come replicare.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter