Mattarella: “Sconvolti per la morte di Willy”. Ma non disse una sola parola per Pamela, Desirèe e Filippo


“Siamo sconvolti per la morte di Willy Monteiro Duarte, pestato a morte per aver difeso un amico contro la violenza”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando a Vo’ Euganeo in occasione dell’avvio dell’anno scolastico. “Il suo volto sorridente resterà come un’icona di amicizia e di solidarietà, che richiama i compiti educativi e formativi della scuola e dell’intera nostra comunità”, ha aggiunto il Capo dello Stato.

Giusto ricordare Willy, ma il presidente Mattarella non spense neanche una parola per le vittime italiane Pamela, Desirèe, massacrate dagli spacciatori africani e per Filippo, ucciso a calci e pugni da tre immigrati albanesi. I morti italiani sono vittime di serie b.

Leggi la notizia su Tgcom24