Massa Carrara, getta a terra una 45enne e tenta di stuprarla. Poi calci e pugni ai carabinieri: arrestato nigeriano


 – È finito in manette un nigeriano di 20 anni accusato di tentata violenza sessuale nei confronti di una 45enne di Pontremoli (Massa e Carrara), uscita di casa per fare una passeggiata. L’episodio lo scorso giovedì pomeriggio, quando la vittima ha incrociato il suo aggressore per strada. L’uomo l’ha subito assalita e gettata a terra, per poi cercare di strapparle i pantaloni.

In aiuto della donna, che ha cominciato ad urlare, alcuni passanti, i quali sono immediatamente accorsi per sottrarre la 45enne alla presa dell’africano. Questi si è subito dato alla fuga, mentre la sua vittima veniva soccorsa ed accompagnata presso la stazione dei carabinieri della compagnia di Pontremoli.

Ancora sotto choc, la 45enne è comunque riuscita a sporgere denuncia ed a fornire ai militari una descrizione del suo aggressore. Gli uomini dell’Arma hanno allora dato avvio alle ricerche, che si sono inizialmente concentrate proprio nella zona dove si era verificata la tentata violenza. Il nigeriano è stato fortunatamente individuato e catturato in breve tempo.

I carabinieri lo hanno trovato mentre si nascondeva all’interno di una struttura abbandonata nelle vicinanze del luogo in cui aveva assilito la 45enne.

Deciso ad evitare l’arresto, il 20enne ha opposto una strenua resistenza, tentando prima di scappare e scagliandosi poi con calci e pugni contro gli uomini in divisa. Dopo una veloce colluttazione, lo straniero è stato comunque immobilizzato e ridotto in manette.

Il soggetto, un senza fissa dimora, si trova ora dietro le sbarre della casa circondariale di Massa, in attesa di giudizio.

Leggi la notizia su Il Giornale

   Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter