Malori improvvisi: agente penitenziario muore per infarto fulminante a Trani. Autista muore a Civitanova


Grave lutto nel corpo di Polizia Penitenziaria di Trani: morto di infarto Vittorio Palmieri

Vittorio Palmieri era assistente capo coordinatore del corpo della Polizia Penitenziaria del distaccamento di Trani, ed è deceduto a causa di un infarto fulminante. Il poliziotto è stato trasportato d’urgenza dalla sua abitazione, dove ha avvertito il malore, nell’ospedale di Andria ma purtroppo non c’è stato niente da fare.

Ai funerali ha già annunciato di partecipare personalmente, con una ristretta delegazione, per dare l’ultimo saluto all’amico e collega, il segretario generale nazionale della federazione sindacale Co.s.p. Domenico Mastrulli. Vittorio Palmieri sarà salutato con tutti gli onori di Polizia in quanto deceduto durante il suo servizio al corpo di Polizia. (Trani Viva)

Da un giorno non rispondeva alle telefonate e ai messaggi. Paolo, 60 anni, trovato morto nella sua abitazione

CIVITANOVA – Non risponde da un giorno alle telefonate e ai messaggi degli amici, sessantenne trovato morto in casa. Civitanova piange Paolo Isidori, oggi pomeriggio l’addio nella chiesa di Santa Maria Apparente. La tragedia, che ha scosso profondamente tutta la città di Civitanova, è avvenuto l’altro ieri. Tutto è partito in tarda mattinata quando degli amici di Isidori sono andati a casa sua poiché non lo sentivano dal giorno prima: non rispondeva alle chiamate e aveva smesso di fare accessi su Whatsapp già da un po’.

A quel punto, visto che non rispondeva, si è messa in moto la macchina dei soccorsi. Sul posto sono arrivati i carabinieri e il personale medico e sanitario del 118 che hanno raggiungo l’abitazione di via Lorenzo Lotto, nei pressi della scuola elementare, dove Paolo Isidori viveva da solo. Una volta in casa, la tragica scoperta. Il sessantenne è stato trovato morto sul divano. Un malore che non gli ha lasciato scampo, nessun dubbio fin da subito che si sia trattato di una morte naturale. Inutili i soccorsi, per lui non c’era già più nulla da fare.

La salma, dopo gli accertamenti del caso, è stata trasportata ieri mattina presso la casa funeraria Terra e Cielo e, poi, riconsegnata ai familiari per le esequie funebri, che saranno celebrate oggi pomeriggio alle ore 15 nella chiesa di Santa Maria Apparente. Paolo Isidori, molto conosciuto in città, lascia i fratelli Massimo e Stefano e la sorella Stefania. Come si diceva, Isidori era molto conosciuto a Civitanova. Lavorava come autista presso l’azienda Ica. Tantissimi gli attestati di cordoglio pervenuti ai suoi familiari in questo momento di profondo dolore. (Corriere Adriatico)