Macerata, malore improvviso: Marinella Merli muore per aneurisma cerebrale a soli 47 anni. Donati gli organi


Di Riccardo Antonelli – MATELICA  – Una tragedia improvvisa per la città di Matelica che perde un’altra anima troppo giovane per volare in cielo. Nel pomeriggio di martedì si è spenta, a soli 47 anni, Marinella Merli, dipendente dell’Halley Informatica. A strapparla dall’affetto dei suoi cari un aneurisma cerebrale improvviso. La donna, dopo il malore, era stata ricoverata all’ospedale di Fabriano in condizioni critiche e purtroppo non ce l’ha fatta.

Un lutto che ha colpito l’intera città e che ha sconvolto parenti e conoscenti. La 47enne era molto conosciuta per la sua gentilezza e disponibilità ed era sposata con l’imprenditore Simone Potenza, titolare dell’omonima azienda di infissi conosciuta in tutto l’entroterra. Lascia le figlie adolescenti Agnese e Chiara, la mamma Anna Rosa, la sorella Donatella con Roberto, il fratello Paolo con Sandra, i suoceri Gustavo ed Antonietta e la cognata Alessandra con Ivano.

Per Matelica si tratta di un altro tremendo lutto a poco più di un mese dalla morte dell’ex consigliere comunale ed imprenditore Marco Ferracuti, deceduto a inizio dicembre all’età di soli 50 anni per un malore improvviso simile a quello di Marinella. «Ricordo quando con il motorino passavi a prendermi – ricorda tra i tanti l’amica Raffella sui social – dolce e solare nello stesso tempo, lascerai un vuoto incolmabile nel cuore dei tuoi cari, consapevoli di aver avuto accanto una persona speciale». In lutto anche il Gruppo Ciclistico Matelica, team in cui era tesserato il marito Simone.

«Tantissime condoglianze e un abbraccio infinito al nostro tesserato e amico Simone Potenza – scrivono -. La donazione degli organi è stata l’ulteriore dimostrazione della grandezza di Simone e di tutta la sua famiglia». Anche l’amministrazione comunale matelicese ha dimostrato vicinanza alla famiglia: «Perdiamo un’altra cittadina troppo giovane, una persona solare e amante della vita.

Non ci sono parole per tragedie come questa, l’unica cosa che possiamo fare è abbracciare con cordoglio Simone, Agnese e Chiara. La città di Matelica vi è vicina in un momento così triste e tremendo». I funerali si terranno oggi alle ore 15 presso la cattedrale di Santa Maria partendo alle ore 14 e 30 dall’ospedale di Fabriano.

Leggi la notizia su Corriere Adriatico