Los Angeles, pompieri e poliziotti uniti contro l’obbligo vaccinale. Nasce il movimento “Firefighters 4 Freedom”


Di Francesco Capo – I pompieri di Los Angeles contrari all’obbligo vaccinale, disposto per tutti i dipendenti pubblici della città californiana, hanno fondato un movimento di resistenza “Firefighters 4 Freedom. La notizia è stata riportata dal Los Angeles Times, secondo cui il movimento conterebbe già 350 membri.

L’obiettivo è fermare le vaccinazioni obbligatorie non solo per i dipendenti comunali ma per tutti i cittadini della California e degli Stati Uniti d’ America. John Knox, uno dei leader del gruppo, ha dichiarato al “The Kate Dalley Show”, una trasmissione radiofonica, che “non rispetterà l’imposizione, verrà al lavoro ogni giorno finché sarà sano, non indosserà la mascherina, non farà test, né tantomeno il vaccino”.

Ai pompieri di Los Angeles si sono uniti anche una centinaia di agenti di polizia, che hanno aderito a “Firefighters 4 Freedom” rivendicando i propri “diritti individuali, la libertà di scelta e di gestione della propria salute”.

A disporre la vaccinazione obbligatoria per i dipendenti pubblici è stato il sindaco di Los Angeles Eric Garcetti, membro del Partito democratico. I poliziotti e pompieri di “Firefighters 4 freedom” hanno dichiarato che la battaglia contro l’obbligo vaccinale “non è una questione di destra e sinistra“, ma di “tutela delle libertà civili e politiche e dei diritti umani sanciti in Costituzione“.

Il provvedimento del sindaco Garcetti impone a tutti i dipendenti pubblici di sottoporsi ai sieri Covid entro i primi di ottobre, tuttavia non specifica cosa possa succedere in caso di rifiuto. Il timore dei poliziotti e dei pompieri è di poter essere licenziati. I sindacati delle due categorie hanno espresso la loro preoccupazione che la città possa essere meno sicura se gli agenti dovessero essere licenziati o se si dovessero dimettere a causa dell’imposizione vaccinale.

Leggi la notizia su Byoblu