L’ipocrita Boldrini si “dimentica” la nazionalità dell’assassino di Agitu Gudeta, ma si ricorda delle sue capre


L’indegna e ipocrita Laura Boldrini ricorda su Twitter la povera Agitu Gudeta, la donna etiope massacrata a martellate e poi stuprata da un immigrato ghanese, suo dipendente (una delle tante risorse boldriniane). Ma l’ex (sciagurata) presidente della Camera si dimentica, “stranamente”, della razionalità dell’assassino, però si è ricordata delle capre che la vittima custodiva in una fattoria in Trentino. Un’altra morte che peserà sulla sua coscienza (se ne ha una).