L’ex Capo della polizia lancia l’allarme terrorismo islamico: “La minaccia è nell’aria”. Ma Lamorgese pensa ai no-vax


La caduta di Kabul rischia di restituire vigore al terrorismo islamista. Lo fa sapere il sottosegretario alla Presidenza, delegato ai Servizi segreti, Franco Gabrielli: “La minaccia è nell’aria, indistinta e indiscriminata, e il poliziotto è un target”.

Lo stesso Capo della polizia, il prefetto Lamberto Giannini, era stato ancor più esplicito: “Dopo quanto accaduto in Afghanistan, la minaccia terroristica di matrice radical-religiosa appare imminente, incombente, plastica”. Intanto Luciana Lamorgese ha partecipato ad na riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza con tutti i responsabili delle polizie e dei servizi segreti  e hanno parlato esclusivamente di Afghanistan.

Sul web, scrive la Stampa, si è notato che i jihadisti stanno moltiplicando la propaganda e il sottosegretario Gabrielli concorda con lo studioso Gilles Kepel, sul nuovo rischio del cosiddetto “jihadismo d’ambiente”. Dice Gabrielli: “Supera anche il concetto di lupo solitario. È un terrorismo che non ha bisogno di attivazione da parte di una centrale che manda l’input, ma è una minaccia che è nell’aria, indistinta e indiscriminata”. Matteo Salvini ne approfitta per attaccare la Lamorgese.

“L’ex Capo della polizia lancia l’allarme terrorismo. Il ministro dell’Interno lo sa? Dov’è? Cosa fa?”. Su indicazione della Lamorgese, scrive la Stampa, c’è stata particolare attenzione sui 5000 profughi arrivati con il ponte aereo, per timore di infiltrati. La Lamorgese  in Parlamento ha poi risposto sul rave party di quest’estate nel Viterbese. “Nessuna azione di forza era possibile. Anzi, era controindicata per non mettere a rischio delle vite.

La linea del Viminale sull’ordine pubblico non può mai essere ondivaga. Criteri e linee di azione sono il frutto di esperienze professionali e di competenze tecniche consolidate, non soggette a improvvisazioni”. Nel frattempo ci sono stati nuovi sbarchi di migranti in Calabria. “Sei sbarchi e 400 clandestini arrivati in Calabria in poche ore, vergognoso! Lamorgese, dove sei?“, ha ribadito Salvini.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano