Letta ci vuole ancora rinchiusi e “minaccia”: “Non date retta a Salvini o si richiude dopo una settimana”


Prosegue lo scontro tra Enrico Letta e Matteo Salvini. A provocare, ancora una volta e nonostante gli appelli di Mario Draghi, è il segretario del Partito democratico. A poche settimane dal via libera sulle riaperture concordato con tutto il governo, ecco che Letta ha da ridire. “Agli italiani dico: siamo, siate responsabili, se seguite Salvini ci giochiamo l’estate – sono state le parole rilasciate al sito di La Stampa -. Non date retta a Salvini”. Per il segretario dem “è gestibile a patto che non si facciano passare messaggi sbagliati sul coprifuoco”. Insomma il piddino vuole tenerci ancora chiusi in casa, perché “se sbagliamo adesso, se gestiamo irresponsabilmente i week end ci giochiamo l’estate”. E ancora, altro monito: “Attenti perché se si segue Salvini si richiude tra tre settimane. Se invece seguiamo una linea di prudenza e riaperture in sicurezza, l’estate può andare alla grande”.

Spazio poi all’esecutivo. Invano infatti il tentativo di Letta di cacciare la Lega. Accusa che il dem comunque rispedisce al mittente: “Non vogliamo fare fuori Salvini, mi sembra che sia lui a voler fare fuori se stesso. servono delle regole di ingaggio, sarebbe irresponsabile chi, a casa nostra, si mettesse a fare giochi politici. Questo non è il momento dei giochi politici ma della chiarezza. Se Salvini interpreta quelle regole di ingaggio con correttezza e responsabilità, bene. Fino ad ora non l’ha fatto”. Finita qui? Neanche per sogno: “Non sarei responsabile se consentissi a Salvini di pensare di avere campo libero in questa maggioranza per le sue scorribande”.

 

Peccato che a puntare il dito ci sia sempre il leader del Pd, a cui non è andata giù neppure la critica per aver indossato la felpa di Open Arms. Anche in questo caso agli occhi del numero uno del Carroccio il gesto è sembrato una provocazione. Salvini infatti negli stessi giorni veniva rinviato in giudizio proprio per il caso della ong spagnola. “La rimetterei – ha detto Letta della felpa – non mi sono scusato con Salvini, ma gli ho spiegato che” la foto pubblicata su Facebook con la felpa della Ong “nulla aveva a che fare con le vicende che lo riguardano, che non era mia intenzione”.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano