Legami con cosche mafiose e voto di scambio: arrestato collaboratore di Arcuri. Governo e M5S in silenzio


Arrestato Natale Errigo, membro dello staff del commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri. E a fronte di “accuse pesantissime di legami con le cosche”, Matteo Salvini chiede “chiarezza immediata”. Il leader della Lega si dice poi sorpreso dal “silenzio tombale del governo e in particolare dei 5 Stelle. Tutto normale?”.

L’inchiesta del pm di Catanzaro Nicola Gratteri che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati anche del segretario Udc Lorenzo Cesa arriva a un passo dall’esecutivo, nel silenzio generale. Errigo infatti è consulente di Invitalia ed è accusato di voto di scambio con l’assessore al Bilancio della Calabria in occasione della campagna elettorale del 2018.

Come ricorda il quotidiano Domani, Errigo è consulente della struttura del Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19. Per l’esattezza, fa parte del team per la gestione della distribuzione dei prodotti (mascherine, dispositivi di protezione individuale e il vaccino anti covid-19) e tiene i contatti con i fornitori e le strutture destinatarie.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano


Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter