Lampedusa, i clandestini sbarcano in diretta tv: Italia umiliata. L’indegna Lamorgese va cacciata!





Sbarco in diretta a In Onda. Le telecamere del programma di approfondimento condotto su La7 da Concita De Gregorio e David Parenzo martedì 3 agosto sono a Lampedusa in attesa che succeda qualcosa. E qualcosa infatti accade, perché nel corso della puntata su una spiaggia dell’isola siciliana approda un barcone sotto il controllo delle forze dell’ordine.

Scatta subito il collegamento, dall’imbarcazione scendono i migranti, soprattutto giovani maschi ma si vedono anche ragazze, con le telecamere che li riprendono mentre gli agenti li scortano per i controlli sanitari. Decine di persone “che arrivano dalla Tunisia” spiega l’inviata del programma di La7, “come la maggior parte dei migranti che sbarcano in questi giorni” a causa dell’instabilità politica del Paese nordafricano.


Le imbarcazioni di migranti arrivano a raffica a Lampedusa, come dimostrano le immagini che arrivano in diretta. Nelle ultime ore, al di fuori dello sbarco  visto a In Onda, si sono registrati altri tre approdi, per un totale di 126 migranti.

Prima della mezzanotte erano arrivati 424 tunisini. A bordo delle tre imbarcazioni, soccorse dalla Capitaneria, c’erano 66 migranti, fra cui 12 minori e 6 donne; 17 tunisini, fra cui 2 minori e altri 43, fra cui 12 minori. Anche questi tre gruppi sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola dove, in serata, è previsto il trasferimento di 80 persone col il traghetto di linea per Porto Empedocle.

Un altro gruppo, sempre di 80, è stato trasferito con le stesse modalità e destinazione in mattinata. Nella struttura, completato il secondo trasferimento, resteranno circa 1.100 persone a fronte di una capienza massima di 250. Una situazione esplosiva anche dal punto di vista sanitario, dato che nella struttura d’accoglienza è praticamente impossibile far rispettare le regole anti-Covid per il sovraffollamento.

Leggi la notizia su Il Tempo