Lamorgese spalanca i porti alla nave dei “trafficanti” spagnoli di Aita Mari con 56 clandestini a bordo


Da Affari Italiani – L’Aita Mari è diretta al porto di Augusta. La nave della ong spagnola Salvamento Maritimo Humanitario con a bordo 56 migranti tratti in salvo da un naufragio avvenuto nel Mediterraneo centrale ha ricevuto l’ok dal ministero dell’Interno per l’approdo nella rada di Augusta dove la nave è attesa per le 22 di stasera. Le operazioni di sbarco, stando a quanto indicato dalla prefettura di Siracusa, avranno inizio nella giornata di domani. Adulti e minori accompagnati saranno trasferiti sulla nave quarantena, i minori non accompagnati saranno, invece, in un centro di accoglienza.

Si trova al largo delle coste siciliane di Pozzallo (Ragusa) l'”Aita Mari“. Il team chiedeva un porto sicuro: “Le persone a bordo vedono la terra, ma non approdiamo e non capiscono perché”. La nave dopo aver messo in salvo i migranti da una imbarcazione “alla deriva nel Mediterraneo centrale”, dalla tarda mattinata di due giorni fa naviga in attesa della assegnazione di un porto di sbarco. A bordo ci sono anche minori.

Leggi la notizia su Affari Italiani