Lamorgese spalanca (di nuovo) i porti ai trafficanti di Ocean Viking: altri 122 clandestini ad Augusta, governo criminale


– Come volevasi dimostrare, ancora una volta l’Italia ha risposto alle richieste di aiuto inoltrate dalla Ocean Viking e ha assegnato un porto sicuro allo sbarco dei migranti a bordo della nave. I 122 migranti messi in salvo dalla Ong in 4 operazioni negli scorsi giorni sbarcheranno ad Augusta.

Ad annunciarlo la stessa Sos Mediterranée su Twitter: “È un immenso sollievo per i sopravvissuti e l’equipaggio a bordo sapere che l’attesa per le istruzioni delle autorità marittime sullo sbarco è terminata”. La Ocean Viking, con a bordo122 migranti, tra cui alcuni bambini recuperati in mare lo scorso fine settimana, potrà quindi attraccare al porto di Augusta.

A bordo ci sono 122 migranti

Le persone a bordo fino a pochi giorni fa erano 123, ma la Guardia costiera italiana ha proceduto alla evacuazione medica di un migrante di 22 anni dalla Ocean Viking di Sos Mediterranée. Le sue condizioni di salute sembra fossero peggiorate dalla serata di mercoledì 22 settembre, aveva reso noto la Ong spiegando che il naufrago era stato preso in carico dagli uomini della Guardia costiera italiana. A bordo erano quindi rimasti 122 migranti supportati dal team della nave umanitaria, in attesa dell’assegnazione di un porto sicuro, come aveva in più riprese richiesto la nave:“Devono sbarcare con urgenza in un luogo sicuro”.

Dopo varie richieste ecco il porto sicuro

Già negli scorsi giorni scorsi erano state evacuate due persone con le loro famiglie, in tutto 6 persone. Solo due giorni fa l’Sos Mediterranée aveva avanzato la richiesta dell’assegnazione di un porto sicuro per i migranti che si trovavano a bordo della Ocean Viking. La Ong, che si trovava a pochi chilometri da Lampedusa, aveva sottolineato che dopo 5 richieste alle autorità marittime non aveva ancora avuto risposta: “I 123 sopravvissuti, bambini, minori non accompagnati, uomini e donne mostrano grandi capacità di recupero ma una nave è solo un rifugio temporaneo. Hanno bisogno di sbarcare rapidamente, in conformità con il diritto marittimo”.

I migranti a bordo erano stati soccorsi in quattro differenti operazioni che la Ocean Viking aveva effettuato in pochi giorni, l’ultima avvenuta nella nottata della scorsa domenica. Come previsto, dopo aver fatti il pieno di migranti ed essere rimasta in acque maltesi per diversi giorni, la nave si era lanciata in direzione dell’Italia, sicura di poter ricevere un porto sicuro dove procedere allo sbarco. Del resto, nelle ultime missioni Ocean Viking ha sempre fatto approdo nel nostro Paese. E così è stato anche questa volta.

Leggi la notizia su Il Giornale