La Russia è sempre più avanti di tutti: Mosca lancia lo Sputnik Light, efficace contro tutte le varianti


Di Ludovica Colli – Mosca, 6 mag – La Russia ha annunciato di aver registrato il suo vaccino monodose contro il coronavirus, lo Sputnik Light, efficace contro tutte le varianti. Secondo una nota del Fondo russo per gli investimenti diretti, che finanzia lo sviluppo del vaccino, lo Sputnik light ha un efficacia del 79,4% contro il 91,6% della versione con due dosi, come riporta l’agenzia Tass.

“Sputnik Light efficace contro tutti i nuovi ceppi di coronavirus”

Stando a quanto riporta il Fondo russo per gli investimenti diretti, in base ai test di laboratorio, il vaccino Sputnik Light è efficace contro tutti i nuovi ceppi di coronavirus. Inoltre non sono stati registrati eventi avversi gravi dopo l’uso del farmaco. “Non sono stati registrati eventi avversi gravi dopo l’immunizzazione con Sputnik Light”, si legge nella nota. Sputnik Light non richiede condizioni logistiche e di stoccaggio speciali e ha un prezzo inferiore ai 10 dollari.

“Efficacia del vaccino monocomponente del 79,4%”

“L’efficacia del vaccino monocomponente Sputnik Light è stata del 79,4% dal 28esimo giorno dopo aver ricevuto l’immunizzazione. Il tasso di efficacia è di circa l’80% superiore ai tassi di efficacia di molti vaccini che richiedono due dosi“, riporta la nota. Il vaccino Sputnik Light è stato sviluppato dal Centro di epidemiologia e microbiologia Gamaleya, sviluppatore del primo vaccino russo contro il coronavirus Sputnik V. Questa nuova versione del siero anti-Covid del Centro Gamaleya prevede una sola somministrazione, come lo Janssen di Johnson & Johnson. Il direttore del Fondo sovrano russo Kirill Dmitriev ha affermato che lo Sputnik V rimane lo strumento principale per la vaccinazione in Russia, mentre la versione Sputnik Light monocomponente verrà esportata all’estero.

Salvini: “Sono due mesi che l’agenzia europea del farmaco sta esaminando il vaccino russo”

Intanto Matteo Salvini torna in pressing sull’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali. “Oggi sono due mesi che l’agenzia europea del farmaco sta esaminando il vaccino russo. Io non so se ci metteranno vent’anni quando non servirà più a niente. Io da italiano vorrei sapere se questo vaccino funziona o no, visto che questi signori li paghiamo. Se funziona si dessero una mossa“. Così il leader della Lega a Terni per l’inaugurazione della nuova sede del partito. Neanche a dirlo, poter contare anche sullo Sputnik permetterebbe all’Italia di imprimere una accelerazione nella campagna vaccinale.

Ludovica Colli

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale


Segui le nostre rassegne su TELEGRAM e su TWITTER