La rivolta dei virologi contro Conte: “Proroga stato di emergenza? Ingiustificata, scenderò in piazza”


La rivolta contro Giuseppe Conte e la proroga dello Stato d’emergenza arriva anche ai virologi. I “pieni poteri” del premier fanno alzare le antenne anche a Massimo Clementi, professore spesso ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo e non certo un barricadero in cerca di pubblicità. Mentre il professor Alberto Zangrillo, primario di anestesia e terapia intensiva dell’ospedale Vita-Salute San Raffaele di Milano e più noto tra gli esperti “anti-panico”, continua a ripetere come la malattia oggi “è uniformemente scomparsa nel contesto nazionale”, Clementi una volta venuto a conoscenza della decisione di Conte lancia l’appello su Facebook: “Proroga dello stato di emergenza? Abbiamo capito bene? Io scenderò in piazza, lo dichiaro sin d’ora”. Secondo il professore, la proroga è una “incredibile forzatura. Che va in parallelo con i toni terrificanti (totalmente ingiustificati) con cui Tv e grande stampa stanno descrivendo lo stato attuale dell’epidemia”

leggi la notizia su Libero Quotidiano

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter