La polizia “diffida” Draghi, Cosap: “No all’obbligo vaccinale, va garantita la libertà di scelta se sottoporsi al trattamento sanitario”


Da ByoBlu –  Il Coordinamento Sindacale Appartenenti alla Polizia, ha espresso nettamente la propria contrarietà a qualsiasi ipotesi di obbligo vaccinale in particolare per gli appartenenti agli organi di Polizia. In previsione della cabina di regia odierna l’organizzazione sindacale ha voluto indurre una seria riflessione  tra i membri del Governo. 

Nella diffida indirizzata al Presidente del Consiglio Mario Draghi, il COSAP scrive : “ la sua contrarietà a forme di discriminazione legate al compimento o meno del ciclo vaccinale ed ancor di più è contraria all’imposizione dell’obbligo vaccinale in generale ed in particolare per la categoria che si fregia di rappresentare, gli operatori della Polizia di Stato. Siamo fermamente convinti che si debba garantire a tutti la libertà di scelta se sottoporsi o meno ad un determinato trattamento sanitario”  

Il sindacato di polizia ricorda come il Ministero dell’interno, abbia argomentato circa l’opportunità della terza dose sulla base di dati divulgati dalla SIAARTI (Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva) riferendosi all’occupazione delle terapie intensive da parte dei non vaccinati. Peccato però che quei dati riferiti genericamente alla comunità scientifica si scontrino con la realtà dei dati ufficiali contenuti nel report dell’ISS (Istituto superiore di sanità), come ha fatto notare lo stesso COSAP. 

Anche Byoblu si era occupata dell’argomento e delle false informazioni circolate sulle statistiche degli ammalati di Covid-19.

A riguardo il Coordinamento Sindacale Appartenenti Polizia è categorico.

In un passaggio della ‘diffida’ scrive:

“ …da sempre per la libertà di scelta se vaccinarsi o meno e tale diritto può concretamente essere esercitato solo se le informazioni vengono correttamente fornite, illustrando i vantaggi e gli eventuali svantaggi della vaccinazione diversificati per le diverse casistiche”.

Nella diffida il COSAP cita anche la ricerca  di The Lancet , di cui nuovamente Byoblu si era occupato, in cui Günter Kampf (docente appartenente alla facoltà di Igiene e Medicina Ambientale dell’Università di Greifswald, in Germania) affermava che ci sono prove crescenti che gli individui vaccinati continuano ad avere un ruolo rilevante nella trasmissione del virus.

In conclusione del documento l’organizzazione sindacale delle forze dell’ordine chiarisce che è “dimostrato scientificamente che questi vaccini non offrono grandi chance nel frenare il contagio” e dunque non supererebbero il “ vaglio di legittimità costituzionale per imporre l’obbligo vaccinale”. 

Il sindacato di polizia ha dunque diffidato formalmente l’Esecutivo dal prevedere nel decreto l’obbligatorietà per i poliziotti della vaccinazione del siero anti covid.

Purtroppo le notizie giunte dalla fantomatica ‘cabina di regia’ ci fanno capire che il documento, per quanto motivato,  non abbia raggiunto il risultato sperato, ovvero quello di scongiurare l’imposizione dell’obbligo vaccinale. 

Leggi la notizia su ByoBlu