La follia criminale di Draghi: senza Green Pass non si potrà ritirare la pensione, gli anziani non vaccinati possono crepare di fame





Da Il Tempo – Niente pensione senza green pass. Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato il Dpcm che indica le attività commerciali in cui dal primo febbraio sarà possibile continuare ad accedere senza mostrare la certificazione verde anti-Covid e a sorpresa c’è un cambiamento dell’ultima ora.

Non sarà infatti possibile andare in un ufficio postale a ritirare la pensione se non si ha il green pass. È saltata dunque la norma inserita nella bozza con la quale erano considerate “esigenze essenziali e primarie” quelle “indifferibili e urgenti connesse alla riscossione, presso gli sportelli di Poste italiane Spa e degli istituti di credito abilitati, di pensioni o emolumenti comunque denominati non soggetti ad obbligo di accredito”.


Il decreto “acquista efficacia a far data dal 1° febbraio 2022”, specifica il testo. Si tratta, chiarisce sempre il provvedimento, di quelle attività legate alle “esigenze essenziali e primarie della persona”, quindi “esigenze alimentari e di prima necessità”; “esigenze di salute” come “l’approvvigionamento di farmaci e dispositivi medici e alle strutture sanitarie” e “veterinarie”; “esigenze di sicurezza”; “esigenze di giustizia”.

Per quel che riguarda l’elenco delle attività, viene indicato il “commercio al dettaglio in esercizi specializzati e non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati e altri esercizi non specializzati di alimenti vari)”; “commercio al dettaglio di prodotti surgelati”; “commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati”.

E ancora, “commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati; “commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari”; “commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie, parafarmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)”. “Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati”; “commercio al dettaglio di materiale per ottica”; “commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento”.

Leggi la notizia su Il Tempo