La Corea del Nord rifiuta 3 milioni di vaccini: “Fateli altrove”. Già in passato rifiutò AstraZeneca causa effetti collaterali





Da SputnikNews – Ad oggi le autorità sanitarie della Corea del Nord non hanno registrato ufficialmente casi di contagio da Covid-19. Il governo di Pyongyang ha respinto al mittente la proposta di fornitura di circa tre milioni di dosi di vaccino anti-Covid sviluppato dalla cinese Sinovac Biotech da parte dell’Unicef.

Lo riferisce l’agenzia Reuters. L’agenzia, che aiuta a fornire vaccini Covid-19 ai Paesi a basso reddito, ha riferito al Wall Street Journal che la Corea del Nord ha rifiutato la spedizione a causa della fornitura globale limitata di vaccini e delle continue ondate di virus in atto altrove.

“Continuiamo a lavorare con le autorità della Repubblica Popolare di Corea per aiutare nella risposta alla pandemia di Covid-19”, ha affermato in una dichiarazione via e-mail un portavoce dell’alleanza Global Alliance for Vaccines and Immunization, una delle organizzazioni che co-guida il progetto Covax. In precedenza, Pyongyang aveva rifiutato le spedizioni di siero anti-Covid di Astrazeneca per le preoccupazioni legate agli effetti collaterali del preparato.

Finora la Corea del Nord non ha segnalato ufficialmente casi di contagio da coronavirus e ha imposto rigorose misure restrittive, tra cui le chiusure delle frontiere e i limiti ai viaggi nazionali.

Leggi la notizia su SputnikNews