Invasione fuori controllo, in 48 ore sono sbarcati oltre 1.000 clandestini: all’opera anche la nuova Ong scafista


da Il Giornale – Non si arrestano gli sbarchi nel nostro Paese. Nelle ultime ore sono arrivati nei porti italiani oltre mille migranti mentre le ong nel Mediterraneo iniziano a chiedere i porti sicuri all’Italia. La rotta turca ha ripreso a operare a pieno ritmo da alcune settimane, mentre non si arrestano gli arrivi dal nord Africa.

Il tutto, ovviamente, crea nuovamente una forte pressione sui centri italiani di accoglienza e sulle forze dell’ordine, che da mesi sono alle prese con un lavoro straordinario. “Frontiere colabrodo, purtroppo l’Italia è lo zimbello d’Europa“, ha commentato pochi giorni fa Matteo Salvini.

Gli sbarchi in Sicilia e Calabria

Nella giornata di ieri, sono stati soccorsi e condotti a Pozzallo, nel ragusano, i 10 migranti per cui Alarm Phone aveva lanciato l’sos domenica scorsa e sono, invece, sbarcati a Lampedusa i 70 migranti, segnalati in zona Sar maltese, sempre da Alarm Phone. Nella giornata di Ferragosto, le unità del Gan di Taranto e Messina e del Roan di Vibo Valentia hanno intercettato quattro imbarcazioni con a bordo complessivamente circa 350 migranti.

Poche ore dopo, lungo la fascia costiera jonica della provincia di Reggio Calabria, esattamente nella frazione Spropoli del comune di Palizzi. Settantaquattro migranti si sono arenati sulla battigia a bordo di una barca a vela di circa 12 metri. A lanciare l’allarme sono stati alcuni bagnanti che si trovavano sulla spiaggia e hanno assistito all’arrivo della barca a vela fino a riva.

Nel tardo pomeriggio di ieri, invece, circa 500 migranti a bordo di un motopesca partito dalla Cirenaica sono stati intercettati e soccorsi nel mar Ionio da motovedette della Guardia costiera italiana. Una parte di loro è stata portata a Messina, un’altra parte a Roccella Ionica. Sono stati individuati a circa 50 miglia di distanza dalla costa calabrese a bordo di un vecchio peschereccio partito dalla Libia circa 5 giorni fa. E questa notte sono ripresi anche gli arrivi a Lampedusa, dove nell’hotspot, con gli ultimi 20 sbarati stanotte, si trovano nuovamente oltre 400 migranti.

Oltre 100 a bordo della ong

La nuova barca dell’ong spagnola Open Arms ha portato a bordo 101 migranti nella sua prima operazione nel mar Mediterraneo. Nei prossimi giorni è probabile che la grande nave, dotata anche di un ospedale al suo interno, faccia rotta verso l’Italia invece che tornare in Spagna da dove è partita, per chiedere un porto di sbarco nel nostro Paese.