“Il partito di Bibbiano”, sindaco PD (indagato) querela 147 persone tra cui Di Maio: bomba giudiziaria sul governo


La bomba Bibbiano esplode sotto le poltrone del governo. Andrea Carletti, il sindaco dem del comune nel Reggiano sospeso dalla carica e ai domiciliari perché coinvolto nell’inchiesta degli affidi illeciti, ha presentato querela segnalando 147 fra post sui social e mail dal contenuto ritenuto offensivo o minatorio nei suoi confronti. Tra i denunciati da Carletti c’è anche Luigi Di Maio, ministro degli Esteri e leader del M5s che ha guidato all’alleanza proprio con il Pd, per un post diffuso su Facebook prima della crisi del governo Lega-5Stelle e del recente patto con i dem, in cui il capo politico M5s criticava il Pd e lo stesso primo cittadino per lo “scandalo di Bibbiano”.

 

La notizia riportata dalla Gazzetta di Reggio è stata confermata in ambienti investigativi. Il sindaco, indagato per i reati di abuso d’ufficio e falso ideologico, è in attesa della decisione del tribunale della Libertà sul ricorso presentato dai suoi difensori che hanno chiesto la revoca dei domiciliari. In un altro filone si attende sempre dal tribunale la decisione su un ricorso della Procura che aveva chiesto gli arresti domiciliari negati però dal gip.

Leggi la notizia su Il Secolo D’Italia

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter