Il medico igenista Lopalco “istiga al suicidio” i non vaccinati: Facebook lo censura e gli blocca il profilo





– In un momento di forte tensione come questo, in cui le proteste di coloro che si oppongono all’imposizione del Green pass crescono giorno dopo giorno, torna a parlare anche il medico igienista Pierluigi Lopalco, divenuto membro della giunta regionale della Regione Puglia.

Ancora una volta, l’attuale assessore alla Sanità ricorda l’importanza della vaccinazione contro il Sars-Cov-2, e si rivolge in particolar modo a coloro che non hanno ricevuto il siero: scegliere di non vaccinarsi equivarrebbe, a suo dire, al voler giocare alla roulette russa. Un’affermazione che ha suscitato un certo clamore, tanto che Facebook, piattaforma in cui era stato pubblicato il post, ha deciso di eliminare quanto scritto dal medico.


Avevo scelto la memorabile immagine del manifesto del film ‘Il Cacciatore’ per sottolineare questo concetto. A quanto pare l’algoritmo di Facebook ha deciso di rimuovere il post perché ‘istigava al suicidio’“, esordisce Lopalco, cercando di riproporre il suo concetto. “Proviamo con questa“, aggiunge. L’immagine scelta questa volta è un fotomontaggio in cui si vede una roulette con indosso un colbacco russo, tanto per rendere l’idea.

Grazie al solerte intervento di un piccolo gruppo di libertari democratici che con uno dei soliti attacchi squadristi hanno impestato la mia bacheca e segnalato (!) a Facebook tutti i miei contenuti, il signor Facebook ha cancellato uno dei miei post recenti in cui sostenevo che affrontare il contagio da Sars-Cov-2 senza vaccinazione è un po’ come giocare alla roulette russa: man mano che passa il tempo la probabilità che vada a finire male aumenta“, spiega quindi Lopalco, usando toni piuttosto cupi. “Ah dimenticavo. Vaccinatevi: la circolazione virale sta aumentando. Non fatelo per gli altri, ma per voi stessi. Tutte le stupidaggini che qualcuno racconta sulla possibilità di curare il Covid-19 con questa o quell’altra terapia miracolosa sono, appunto, stupidaggini“, conclude.

Al post di Lopalco sono seguiti non pochi messaggi di replica, alcuni dei quali parecchio dubbiosi. “Come mai la circolazione virale sta aumentando se l’87% degli italiani è vaccinato?”, domanda infatti un utente. E ancora: “Io sono per i vaccini, ma non credo sia la soluzione definitiva, o meglio quando faremo la terza dose, quante ne dobbiamo fare ancora e poi ancora?”, chiede un altro internauta.

Preg. Assessore, prima di fare simili affermazioni, cortesemente mi spieghi per quale motivo mia figlia, categoria fragile dal 2017, non è stata ancora vaccinata! Ovviamente non risponderà perché non sa quale scusa trovare”, attacca invece un genitore.

 

Leggi la notizia su 19