Il delirio antirazzista colpisce anche la Formula 1: la Mercedes cambia colore, diventa nera contro il razzismo


Di Alessandro Della Guglia – Roma, 29 giu – Black look sulla scia dei Black lives matter. La Mercedes ha deciso di cambiare colore alla vettura del mondiale 2020 di Formula 1. Già, ormai anche la cromatura di un’auto può essere accusata di razzismo latente, di veicolare insomma subliminali messaggi discriminatori. Sembra assurdo pensare che qualcuno ci creda davvero, eppure dopo il bianco bandito dalle creme “L’Oreal”, non c’è da stupirsi che adesso tocchi all’argento della scuderia tedesca. Fortuna che la Ferrari è rossa e un cambio di colore potrebbe essere considerato offensivo nei confronti dei nativi americani. Anzi, a dirla tutta pure l’etnonimo “pellerossa” fu coniato dai bianchi colonialisti, dunque anche la casa automobilistica italiana… meglio non pensarci.

Il “color change” antirazzista

Sta di fatto che la Mercedes ha colto l’occasione per strizzare l’occhio alla moda politicamente corretta del momento, attuando un “color change” a partire già dal prossimo venerdì, con le prove libere che avvieranno la stagione di F1. E il nuovo colore resterà per l’intero Mondiale. “Il razzismo e la discriminazione – ha dichiarato Toto Wolff, direttore esecutivo della scuderia tedesca – non hanno posto nella nostra società, nel nostro sport o nella nostra squadra: questa è una convinzione fondamentale in Mercedes. Ma avere le giuste credenze e la giusta mentalità non è sufficiente se rimaniamo in silenzio”. Quindi è necessario dare un “segnale dell’impegno del team nella lotta contro il razzismo e la discriminazione in tutte le sue forme”.

Non solo auto nere

E’ noto tra l’altro che il pilota della Mercedes, Lewis Hamilton, è un forte sostenitore del movimento Black lives matter e da subito il team lo ha supportato per “migliorare la diversità della nostra squadra e del nostro sport”. Così sarà proprio Hamilton, assieme al compagno di team Valtteri Bottas, a svelare la nuova macchina “black” questo fine settimana in Austria. “Vogliamo usare la nostra voce e la nostra piattaforma globale per parlare di rispetto e uguaglianza e le Frecce d’Argento gareggeranno in nero per l’intera stagione 2020 per mostrare il nostro impegno per una maggiore diversità all’interno della nostra squadra e del nostro sport”, ha detto ancora Wolff.

Ma la Mercedes non si limiterà a questo cambio di colore. E’ pronta anche a lanciare un “programma Diversity and Inclusion”. Una scelta, anche questa, decisa dopo le accuse di Hamilton, che aveva duramente criticato il “dominio bianco” nello sport.

Alessandro Della Guglia

Leggi la notizia su il Primato Nazionale 

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter