Il Covid ha messo in ginocchio l’economia, tranne in Cina: boom di export, +25,6%. Facciamoci qualche domanda


Di Eugenio Palazzini – Roma, 7 set – Altro che crisi economica, la Cina cresce nonostante l’emergenza sanitaria. I dati relativi al mese di agosto parlano chiaro, mostrando il surplus commerciale di 58,34 miliardi di dollari centrato dal dragone asiatico.

Addirittura in rialzo rispetto al precedente mese di luglio (56,59 miliardi) e oltre le aspettative, visto che ad agosto si attendeva un surplus di 51,05 miliardi. Non c’è variante del Covid che tenga dunque, perché neppure l’allarme dettato dai focolai provocati dalla Delta – comunque domati – ha frenato la crescita di Pechino.

Alla faccia del Covid: la Cina cresce ancora

L’export cinese accelera, con un balzo annuo del 25,6%: 294,32 miliardi. Ben oltre l’aumento del 17% previsto dagli economisti interpellati dal Wall Street Journal. Sale pure l’import, del 33,1%: 235,98 miliardi. Anche in questo caso in crescita rispetto al mese di luglio (28,1%) e oltre le aspettative (26,8% stimato).

La seconda economia del mondo non si limita quindi a tenere botta. Riesce anzi a rilanciarsi malgrado l’aumento dei prezzi delle materie prime e i notevoli costi legati al contenimento della bolla del settore immobiliare. Basti notare l’impressionante aumento delle esportazioni dei beni elettronici (per la prima volta in otto mesi). Con il consolidamento dell’export la Cina si appresta così ad attestare la crescita del Pil nel quarto trimestre. In particolare a dicembre, durante il periodo natalizio, la domanda estera dei prodotti cinesi potrebbe vedere un incremento superiore alle aspettative.

Il Covid non frena l’economia del gigante asiatico

Va detto poi che il gigante asiatico sta evitando per il secondo anno consecutivo la contrazione. A differenza delle altre potenze economiche, già nell’ultimo trimestre del 2020 la Cina segnò una netta ripresa economica dopo il lockdown imposto nei primi mesi dell’anno. Una chiusura che inizialmente fece crollare il Pil cinese: storico -6,8%. I dati diffusi dall’Ufficio Nazionale di Statistica di Pechino mostrarono poi la crescita registrata con le riaperture: +6,5% nell’ultimo trimestre 2020. In pratica quella della Cina è stata l’unica economia a crescere nel primo anno del Covid.

Eugenio Palazzini

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale