Il Colle ha già pronto il “golpetto” per il 2023, Caracciolo: “Il prossimo premier sarà Draghi o uno come lui”


Da Il Tempo – Che cosa accadrà dopo le prossime elezioni politiche in programma nella primavera del 2023? La domanda viene rivolta a sorpresa a Lucio Caracciolo nel corso della puntata del 27 giugno di Otto e mezzo, il programma tv di La7 condotto da Lilli Gruber. Il direttore della rivista di geopolitica Limes non è solito approfondire in televisione temi riguardanti la stretta analisi politica, preferendo soffermarsi sugli scenari scaturiti dalla guerra in Ucraina scoppiata dopo l’invasione della Russia.

Ma Caracciolo fa uno strappo alla regole e dimostra di avere le idee chiare: “Tra un anno, il prossimo presidente del Consiglio sarà Mario Draghi, oppure uno della sua serie”. Come già denunciato da altri si profilerebbe quindi un altro governo tecnico, con un premier che non rispecchierebbe la volontà popolare dei cittadini andati a votare ai seggi elettorali. A dominare sono sempre i mercati – basta vedere la spinta di Goldman Sachs per la conferma del premier – e le cancellerie europee.

Leggi la notizia su Il Tempo