Gruppo di tunisini pesta i poliziotti, agente punta la pistola: “Guarda che ti sparo”. Finisce sotto indagine (video)


 – Una serata di tensione quella vissuta al porto di Civitavecchia. Una lite ancora dai contorni da definire, ma registrata da un cellulare in un video che ha fatto rapidamente il giro dei social. Protagonisti sono alcuni tunisini, alcune guardie giurate e due poliziotti.

Secondo quanto emerge dalle immagini rese note online, il motivo del contendere sarebbe stata un’auto che ostacolava le operazioni di imbarco su una nave diretta in Tunisia. I fatti risalgono a mercoledì scorso. È circa mezzanotte quando due agenti dell’Ufficio polizia di Frontiera arrivano sul molo 28 dopo la segnalazione da parte di due guardie giurate in servizio. Al molo aveva attraccato la nave “Catania”, in ritardo rispetto alla tabella di marcia che l’avrebbe portata a Tunisi.

All’altezza di una rotatoria, secondo quanto ricostruisce l’Adnkronos, un’auto di colore grigio (con targa francese) impedisce l’accesso sia in direzione della nave sia in uscita dal porto creando, conseguentemente, una situazione di stallo per numerosi mezzi. Fonti della polizia di frontiera di Civitavecchia riferiscono che i due agenti sono stati avvicinati dalle guardie giurate che raccontavano di essere state accerchiate e aggredite durante i tentativi di riportare la calma. Molti dei presenti, infatti, erano alterati per l’attesa e pretendevano di imbarcarsi immediatamente.

I poliziotti cercano di rimuovere il blocco, senza però riuscirci. “Sposta la macchina, sposta la macchina”, chiede un agente agli occupanti della Mercedes. A quel punto gli agenti vengono accerchiati e strattonati fino a quando un cittadino tunisino, successivamente identificato grazie anche alle informazioni fornite da quanti assistevano ai fatti, colpisce all’addome uno dei due operatori. Le immagini mostrano i momenti di tensione. Si vedono offese, strattonamenti, liti. Volano anche schiaffi. Poi un poliziotto estrae la pistola. “Guarda che ti sparo”, grida in direzione dei tunisini (guarda il video).

Sul posto sono poi intervenuti gli agenti del Commissariato di Civitavecchia, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Tre tunisini sono stati fermati. I poliziotti sono finiti al pronto soccorso per le lesioni subite, mentre l’autorità giudiziaria ha convalidato gli arresti. La polizia di frontiera, però, analizzerà i video ripresi dai presenti per valutare se il loro comportamento sia stato impeccabile e, ne caso emergessero profili di responsabilità, saranno segnalati per i provvedimenti del caso.

Leggi la notizia su Il Giornale

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter