Gli elettori del PD odiano l’Italia: il 66% ha fiducia nell’UE. Anche se ci prendono a schiaffoni




Il coronavirus ha travolto l’Europa e messo in forte discussione il ruolo dell’Unione, ma è solo l’apice di un periodo storico in cui la fiducia verso l’Ue è crollata ai minimi storici. Aveva già perso 20 punti in un decennio, riducendosi al 37% nel 2011, ma oggi risulta ancora più bassa: al 30%. Proprio nel giorno in cui il governo si prepara all’accordo sul Mes – caldamente e lungamente sconsigliato dal centrodestra – un’indagine de La Repubblica scopre che gli italiani, in larga maggioranza, sono europei “nonostante”. Cioè sono per rimanere nell’Unione “nonostante non si fidino dell’Ue”. Questo orientamento è molto diffuso soprattutto fra gli elettori di centrodestra e in primo luogo della Lega: solo il 13% esprime fiducia verso l’Ue. Al contrario, 2 elettori del Pd su 3 si dicono europeisti: il 66% non pensa quindi che il ministro di “scuderia”, Roberto Gualtieri, stia compiendo un grosso pasticcio con il Mes. Intanto partiti di opposizione sono sul piede di guerra e annunciano la sfiducia al governo, se non dovesse passare il “no” al meccanismo europeo di stabilità.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter