“Gli americani lascino subito l’Ucraina”, l’appello di Biden che evoca la terza guerra mondiale: “Putin è folle”



Di Eugenio Palazzini – Roma, 11 feb – “I cittadini americani dovrebbero partire ora” dall’Ucraina. E’ quanto dichiarato da Joe Biden in un’intervista rilasciata alla Nbc. Una richiesta improvvisa e irrituale, se consideriamo che non si tratta di una nota ufficiale della Casa Bianca ma di una dichiarazione rilasciata alla stampa.

Nel bel mezzo del braccio di ferro tra Nato e Russia, il presidente statunitense manifesta così gli apparenti timori di Washington, affermando oltretutto che un intervento diretto dei militari Usa in questo momento non è contemplabile. Perché “non è come avere a che fare con un’organizzazione terroristica, abbiamo a che fare con uno degli eserciti più grandi del mondo (quello russo, ndr).

È una situazione molto diversa e le cose potrebbero andare fuori controllo rapidamente”. Come scritto ieri su questo giornale sembra che Stati Uniti e Regno Unito spingano la Russia ad attaccare l’Ucraina, anziché scongiurare il conflitto.

Biden evoca la guerra mondiale: “Putin abbastanza folle, ma…”

Biden evoca il rischio “guerra mondiale” e per evitarla dice che non verranno inviati soldati per recuperare i cittadini americani che in questo momento si trova in Ucraina. Una tale soluzione, simile per intendersi a quanto accaduto in Afghanistan con i talebani alle porte di Kabul, all’orizzonte “non c’è”, poiché “la guerra mondiale è quando americani e russi cominciano a spararsi“. Cosa peraltro mai realmente accaduta nella storia.

Poi Biden ha usato parole decisamente pesanti, destinata a far discutere e irritare il Cremlino. Secondo il presidente statunitense, Vladimir Putin “è abbastanza folle da provarci” (prendere di mira i cittadini Usa, ndr) ma “è abbastanza intelligente da non farlo, e di non fare niente che possa avere conseguenze negative sui cittadini americani”. Il giornalista della Nbc, Lester Holt, ha poi chiesto a Biden se avesse avvertito il presidente russo di non toccare gli americani. Biden ha risposto “sì” ma ha poi specificato che quello non rappresenterebbe un punto di non ritorno. “Non gli ho detto così, ma ne abbiamo parlato e lui lo sa”.

“Cittadini americani lascino subito l’Ucraina”: la nota ufficiale

Subito dopo l’intervista di Biden, è arrivata la nota del Dipartimento di Stato Usa, che conferma le parole del presidente, invitando gli americani che si trovano in Ucraina a “lasciare subito” la nazione “con mezzi privati o commerciali”. E ancora: “I cittadini statunitensi non dovrebbero recarsi in Ucraina. Quelli in Ucraina dovrebbero partire adesso utilizzando mezzi di trasporto commerciali o privati”, si legge nella nota del Dipartimento di Stato. “In caso di permanenza in Ucraina, si presti maggiore cautela a causa di criminalità, disordini civili e potenziali operazioni di combattimento, in caso di un’azione militare russa”, scrive ancora il dicastero americano.

Eugenio Palazzini

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale