Giuseppe Conte (finalmente) si è dimesso: ora la palla passa a Mattarella, elezioni o ammucchiata selvaggia?


Da Affari Italiani – Il presidente del Consiglio ha lasciato il Palazzo del Quirinale, dove ha consegnato le sue dimissioni nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. L’incontro è durato poco meno di mezz’ora. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo essersi dimesso al Quirinale, è giunto a Palazzo Giustiniani per incontrare la Presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo le dimissioni presentate da Giuseppe Conte “si e’ riservato di decidere e ha invitato il Governo a rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti”. Lo si legge in una nota del Quirinale. Alle ore 12 il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, era arrivato al Quirinale.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è arrivato a Palazzo Chigi intorno alle 8.55 per il Consiglio dei Ministri convocato alle ore 9. La riunione è durata oltre mezz’ora e il premier ha comunicato la sua volontà di dimettersi. Conte è atteso per le ore 12 dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

L’ultimo atto del Consiglio dei ministri è stato l’approvazione di un decreto legge-lampo che garantirà l’autonomia del Coni. La decisione è stata presa per evitare quello che sembrava l’inevitabile ‘warning’ che il Cio avrebbe dato all’Italia dopo il comitato esecutivo di domani che ha all’ordine del giorno la questione dell’autonomia del nostro Comitato olimpico.

Leggi la notizia su Affari Italiani