Giudice di Corte d’Appello: “Il popolo italiano ha dato l’avviso di sfratto agli abusivi al governo. Nuova Norimberga”


– Le immagini dell’intervento del magistrato Angelo Giorgianni, tenuto il 9 ottobre scorso in piazza San Giovanni a Roma, in occasione di una manifestazione contro il Green pass, sono pubblicate sul suo profilo Facebook.

Un video di un minuto e trentacinque secondi in cui il giudice della Corte d’Appello di Messina ha arringato la folla dal palco, prendendo le distanze dalle istituzioni. “Oggi – ha detto incitando i presenti – il popolo italiano ha dato il preavviso di sfratto a coloro che occupano abusivamente i palazzi del potere. Noi per loro vogliamo un processo, una nuova Norimberga”. Parole forti, che faranno certamente discutere, anche se Giorgianni non è la prima volta che si rivolge in maniera dura nei confronti dei governanti.

Il magistrato, che nel 1996 è stato sottosegretario del governo Prodi, è autore del libro “Strage di Stato: Le verità nascoste della Covid-19”, in cui sono evidenziate le diverse teorie complottiste sulla pandemia. Giorgianni è in magistratura dal 1977 e ha operato nelle procure prima di Caltagirone poi di Reggio Calabria fino al 1985, quando è tornato a Messina, dove in seguito è diventato sostituto procuratore della Repubblica.

La sua posizione sul Coronavirus è ormai nota e alimenta continue polemiche. Lo stesso saggio ha creato malumori, soprattutto perché a firmare la prefazione è stato il suo collega e amico, il giudice Nicola Gratteri, procuratore capo di Catanzaro. “In questo libro – ha scritto Giorgianni – tratteremo di omicidi, di sequestri di persona, di violenze private.

Nella consapevolezza di usare le parole come macigni. Lo facciamo per rendere onore alla verità, perché solo la verità può renderci liberi. Una storia in pieno svolgimento, che vede istituzioni rispettabili agire in senso opposto agli obbiettivi conclamati”.

Continua a leggere su Il Giornale