Follia, tifoso rischia 12 anni per una pacca nel sedere. Ma hanno lasciato libero lo stalker assassinio di Elisa Mulas





Andrea Serrani, il tifoso della Fiorentina che sabato sera 27 novembre ha dato una pacca sul sedere in diretta alla giornalista Greta Beccaglia che era in collegamento dallo stadio con Toscana Tv ora rischia grosso. L’uomo, che ha 45 anni, una compagna e una figlia di 6, ed è un ristoratore di Chiaravalle, in provincia di Ancona, è accusato di violenza sessale dalla Procura che ha aperto un fascicolo.

Lui si difende: “Non è stato un atto di sessismo ma una goliardata, ero con un amico ed eravamo arrabbiati perché la nostra squadra aveva perso e non avevo alcuna intenzione di molestare quella ragazza. Ho capito di aver sbagliato e sono pronto a incontrarla e a chiederle scusa in diretta tv”, ha detto.

Ma la “goliardata”, osserva il Corriere della Sera, potrebbe costare al ristoratore una condanna da 6 a 12 anni di carcere e a breve un Daspo del prefetto di Firenze. La polizia di Empoli, che ha lo ha identificato, sta inoltre accertando se ci siano altri responsabili. La giornalista Beccaglia ha raccontato di essere stata aggredita, sempre a fine partita, da un altro tifoso che avrebbe tentato di molestarla e solo l’intervento del cameraman l’avrebbe salvata.

L’avvocato del tifoso, Roberto Sabbatini, ha sottolineato che “Andrea è molto dispiaciuto, non dorme da due notti e la prima cosa che mi ha chiesto è di mettermi in contatto con la giornalista. È stato sempre rispettoso delle donne, mi ha detto che nelle sue intenzioni non voleva essere un approccio o un’allusione sessuale, né un’offesa”.  “Il questore di Firenze mi ha preannunciato che di qui a poco sarà emesso un provvedimento di Daspo nei confronti dell’uomo”, conferma Carlo Sibilia, sottosegretario all’Interno.

Si rischiano 12 anni di carcere per una pacca goliardica nel sedere, ma hanno lasciato libero il tunisino che a Sassuolo ha massacrato la moglie e i figli a coltellate nonostante le denunce per minacce e stalking: questa è la giustizia italiana.

Massacro a Sassuolo: tunisino sgozza la moglie italiana, i 2 figli piccoli e la suocera, 11enne si salva per miracolo

Leggi la notizia su Libero Quotidiano