Fatture false per 5 milioni di euro e bancarotta: i genitori e la sorella di Renzi sono stati rinviati a giudizio


Da Today – Laura Bovoli, Tiziano Renzi e la loro figlia Matilde sono stati rinviati a giudizio. Lo ha stabilito il giudice Federico Zampaoli al termine dell’udienza preliminare dove la procura ha ribadito le accuse di dichiarazione fraudolenta con uso di fatture per operazioni parzialmente inesistenti e dichiarazione infedele dei redditi percepiti. Si tratta di un’inchiesta collaterale a quella per i fallimenti delle cooperative dell’orbita “Eventi 6”. I tre sono imputati per false fatture, per importi per circa 5 milioni di euro, che sarebbero stati non tassati dal fisco. L’inizio del processo è fissato per il 7 marzo 2022, tuttavia questo filone potrebbe riunirsi al processo principale, in cui Tiziano Renzi e la moglie sono accusati di bancarotta, che comincerà il primo giugno. A farne richiesta sono gli stessi difensori, tra cui l’avvocato Lorenzo Pellegrini.

Leggi la notizia su Today