“Fascista, leghista. Morite tu e Salvini”: minacce di morte al candidato sindaco nel salernitano. Lui: “Sfigati”




di Paola Florio – BARONISSI – «Fascista. Leghista. Morite tu e Salvini», questo il tono della scritta che ieri mattina il candidato sindaco Tony Siniscalco ha scoperto sul muro esterno del suo ristorante. Un episodio che riporta lui stesso sulla sua pagina facebook. «Questa notte (ieri per chi legge) – scrive – qualche idiota del secolo scorso si è divertito scrivendo sul muro del mio locale. Se per le vostre frustrazioni dovete prendervela con me e Salvini state messi male. Vigliacchi, penosi e sfigati. Spero che le nostre forze dell’ordine vi becchino». Siniscalco, infatti, si è subito rivolto ai carabinieri della locale stazione, diretti dal luogotenente Murano e coordinati dalla compagnia di Mercato San Severino, agli ordini del maggiore Cisternino. I militari, dopo aver effettuato un sopralluogo, hanno raccolto la denuncia del candidato sindaco e avviato le indagini. Siniscalco ha, poi, chiuso il suo messaggio sui social auspicando che si inizi «a ragionare seriamente anche a Baronissi sul tema sicurezza». Da tutti gli altri competitor alla carica cittadina più alta nelle amministrative del prossimo maggio arrivano solidarietà per Siniscalco e condanna per l’accaduto.

Leggi la notizia su Il Mattino

Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter- ©RASSEGNEITALIA