Elezioni in Uganda: sospesi tutti i social media e le app di messaggi. Twitter protesta: “Violati i diritti umani”


(ANSA) – Interruzione dei social media e delle app di messaggistica a due giorni dalle elezioni: è quanto deciso oggi dalla Commissione delle comunicazioni in Uganda. In una lettera vista dall’Afp, Irene Sewankambo, a capo dell’ente regolatore, ha ordinato alle compagnie di telecomunicazioni di “sospendere immediatamente ogni accesso e uso” dei social media e delle piattaforme di messaggistica online. intanto il candidato alla presidenza dell’Uganda Robert Kyagulanyi, ex cantante noto con il suo nome d’arte Bobi Wine, ha interrotto bruscamente un’intervista radiofonica con un’emittente keniota dicendo che i militari avevano fatto irruzione nella sua casa.

Lo ha comunicato via Twitter il giornalista Jeff Koinange, che ha pubblicato il link all’intervista. Wine, principale sfidante del presidente Yoweri Museveni, stava rispondendo a un’intervista telefonica nel programma ‘Hot 96′, quando ha detto che doveva andare via perché vedeva ufficiali militari picchiare i suoi uomini della sicurezza. Si è potuto sentire un po’ di trambusto di sottofondo pochi istanti prima della disconnessione telefonica. Non è la prima volta che Wine denuncia persecuzioni in vista delle elezioni fissate dopodomani. Il mese scorso, infatti, la sua guardia del corpo è stata uccisa, investita da un veicolo della polizia militare.

Protesta Twitter: “è una violazione dei diritti umani”. Però tolgono il diritto di parola a Trump e alla destra ndr.

Leggi la notizia su Ansa


Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter