Elezioni in Spagna, clamoroso boom della destra sovranista Vox che raddoppia i seggi: esulta Giorgia Meloni




I socialisti vincono le elezioni in Spagna, anche se non ottengono la maggioranza dei seggi, i popolari del Pp avanzano, mentre vola l’estrema destra di Vox, che diventa terzo partito. È quanto emerge dagli exit poll condotti alla chiusura delle urne. Secondo gli exit poll diffusi da Rtve, i socialisti del premier uscente Pedro Sanchez avrebbero tra i 114 ed i 119 seggi, ben al di sotto dei 176 necessari per la maggioranza assoluta, ed in calo rispetto ai 123 attuali. Segue il Partito popolare con 85-90, in crescita rispetto ai 66 attuali. Boom dell’ultradestra di Vox, che avrebbe tra i 56 ed i 59 seggipiù del doppio rispetto agli attuali 24.  Gli exit poll danno poi in fortissimo calo anche i centristi di Ciudadanos, che si fermerebbero a 14-15 seggi contro i 57 che avevano ottenuto ad aprile. In discesa anche Podemos, che avrebbe tra i 30 ed i 34 seggi, contro i 42 che aveva nel Parlamento uscente. Tre seggi per la nuova formazione di sinistra Mas Pais.

“Alle elezioni spagnole grande affermazione di Vox alleato di Fratellid’Italia nel gruppo dei Conservatori europei”, esulta Giorgia Meloni. “Sull’unità e sulla sovranità nazionale non si fanno compromessi… in Spagna come in Italia la coerenza paga”.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

   Segui le nostre rassegne su Facebook e su Twitter